IL PALIO.SIENA .IT

PalioPedia

Glossario Paliesco

Esplicazione di allocuzioni e termini caratteristici

Cerca un termine  
Trovate 8 definizioni per il termine "Capitano".
annulla ricerca 

È anche possibile fare doppio click su una parola per cercarne la definizione.

ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ
Barbaresco

Fiduciario del Capitano avente compiti di custodia e cura del cavallo e della stalla. Rimane tutti e quattro i giorni del Palio a diretto contatto col barbero curandolo amorevolmente.

 
Capitani delle Masse

Le "Masse" erano le suddivisioni di territorio esterno alla città. Ogni Capitano delle Masse aveva insegna propria.

 
Capitano

Carica elettiva di varia durata (da uno a tre anni) nelle diverse Contrade. Assume il comando della Contrada durante i giorni del Palio. In questo periodo ha poteri praticamente dittatoriali nel fare partiti e patti con le altre Contrade e nell'intraprendere le azioni necessarie per assicurare la vittoria.

Il Capitano è assistito da alcuni luogotenenti detti "mangini".

 
Capitano del Popolo

Al tempo della Repubblica Senese era il capo supremo dell'esercito, presiedeva il "Supremo ed eccelso Magistrato del Concistoro" che a Siena ebbe vita per circa sei secoli e aveva alle sue dipendenze i centurioni delle città e delle Masse. Il suo simbolo è un leone bianco rampante in campo rosso con corona reale e unghie d'oro, presente anche sulla Torre del Mangia. Nella passeggiata storica sfila sul soprallasso ed è preceduto da un vessillifero e tre paggi, uno con spada nel fodero, uno con elmo (quello autentico del Cinquecento) e uno con targa. Porta con sé sul cavallo il bastone di comando.

 
Giudici della Vincita

Commissione di tre membri, nominata dalla Giunta Comunale, che ha il compito di decretare la Contrada vittoriosa. Il giudizio emesso è inappellabile. Assistono al Palio da un'apposita postazione sul Palco dei Giudici. Una volta emesso il loro inappellabile verdetto, concedono al Sindaco di consegnare il Palio al Capitano vittorioso.

 
Mangino

Uno dei due o più assistenti del Capitano (alcuni vengono eletti anche dal popolo) che lavorano con lui tutto l'anno per seguire cavalli e fantini e stipulare patti e accordi, detti "partiti" per propiziare la vittoria della Contrada.

Nella seconda metà del 1800, in un periodo di grave recessione economica, risulta dai documenti negli archivi contradaioli che alcune persone furono elette come capitano in Contrade diverse. In sostanza giravano per la città figuri di non trasparente moralità, i quali si offrivano di fare il capitano "professionista", garantendo certi risultati. Come ogni professionista che si rispetti, si facevano accompagnare da uno staff di fiducia. Scopo complessivo dell'operazione era ritagliarsi tutti un congruo guadagno personale, e non per arricchirsi, ma per mangiare. Da qui il termine "mangini".

 
Priore

Massima carica della Contrada. Viene eletto dal popolo per un mandato che dura nelle diverse Contrade da due a quattro anni. Nei giorni del Palio cede il comando al Capitano. L'Oca ha un Governatore e il Bruco ha un Rettore.

 
Staff Palio

Il gruppo di contradaioli che decide le strategie di corsa col Capitano.

ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ
  • Good&Cool
  • Consorzio per la Tutela del Palio di Siena Gli stemmi, i colori delle Contrade e le immagini del Palio sono stati utilizzati con l'approvazione del Consorzio per la Tutela del Palio di Siena e si intendono a puro scopo illustrativo. Ogni altro uso o riproduzione sono vietati salvo espressa autorizzazione del Consorzio.
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies e altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie descritti nella nostra informativa sui cookies.
OK