Consorzio per la tutela del Palio di Siena

Il Consorzio

Origini
Inizio a metà degli anni 70 del 1900 il dibattito all'interno delle storiche istituzioni senesi sull'opportunità o meno di dotarsi di uno strumento in grado di tutelare la storia, l'immagine e la dignità del Palio. Questo perché fu proprio in quel periodo che l'attenzione verso questa manifestazione assunse livelli prima impensabili. Ad un interesse concreto e culturalmente elevato, si contrappose anche la ricerca del sensazionalismo, la tentata smitizzazione di un fenomeno poco e male compreso. Ci fu anche chi cercò di sfruttare la notorietà nazionale e internazionale del Palio utilizzando a fini commerciali, abusivamente, stemmi e araldica delle Contrade. Ciò costrinse il Magistrato delle Contrade ad attivare azioni legali di tutela che, a partire dal 1981, furono affidate – appunto – al costituito Consorzio per la Tutela del Palio di Siena inteso come braccio operativo delle diciassette Contrade che altro non sono che gli unici Soci della Società.


Scopi sociali
Attività in favore delle Contrade (art.2 del vigente Statuto) – Il Consorzio ha pertanto per oggetto "la protezione dell'immagine, delle insegne, degli stemmi, degli emblemi, delle armi e ermature, di bandiere, gonfaloni, costumi, vestiario, gualdrappe e colori e quant'altro fa parte del patrimonio delle Contrade e del Palio di Siena viene utilizzato dalle Contrade".


Politiche di tutela
Il Consorzio Tutela Palio di Siena si impegna affinché sia rispettata la corretta riproduzione e descrizione dei simboli e dei marchi con particolare attenzione a che il contesto del loro utilizzo non sia lesivo, offensivo o denigratorio dell'immagine della festa e delle contrade. Le politiche di tutela riguardano l'utilizzo degli emblemi, dei simboli e dei marchi registrati per conto delle Contrade sia che abbiano finalità commerciali che non. Nel primo caso il CTPS definisce un contratto di autorizzazione con scadenza rinnovabile con oneri economici variabili in base all'utilizzo ed alle finalità del contraente. Nel secondo caso – qualora esistano i presupposti – rilascia semplicemente un "nulla osta".

Statuto

Area Marchio

Il Consorzio per la Tutela del Palio di Siena e le Contrade sono gli unici soggetti titolari del diritto a disporre, in via esclusiva, dei simboli e colori del Palio di Siena. Simboli e colori sono stati registrati come marchi insieme al logo del Magistrato delle Contrade e del Consorzio stesso.


L'Area Marchio tutela immagini, insegne, stemmi, bandiere ed ogni altro emblema, quali segni identificativi delle Contrade e del Palio di Siena.


La produzione di beni con l'utilizzo di riferimenti alle Contrade e al Palio può avvenire pertanto solo mediante espressa autorizzazione del Consorzio che richiede il rispetto di alcune procedure e l'esame di un prototipo degli oggetti progettati per la vendita. Il Consorzio si pone comunque in un atteggiamento collaborativo con quanti sono interessati alla produzione di beni e condividono l'interesse primario ad un risultato di buona conoscenza della vita contradaiola e della Festa e al tempo stesso alla valorizzazione di risultati di qualità.


Il marchio di garanzia del Consorzio attesta l'autenticità ed il rispetto verso la tradizione storico culturale del Palio e delle Contrade.


Il Consorzio non produce e non commercializza beni, e ha tra i suoi compiti quello di impedire che qualunque soggetto, pubblico o privato, utilizzi immagini e riferimenti alle Contrade e al Palio di Siena a qualunque fine pubblicitario.

Area Immagine e Comunicazione

Il Consorzio per la Tutela Palio di Siena detiene il copyright di tutto quanto riguarda la divulgazione di immagini relative alle Contrade e al Palio. L'area Immagine e Comunicazione collabora con quanti intendono filmare, fotografare o anche semplicemente scrivere sulla manifestazione senese.
Non è ammesso l'utilizzo, a fini non privati, di immagini della corsa, dei costumi del Corteo Storico e di tutto quanto identifica i simboli contradaioli senza il preventivo assenso del CTPS.
Tanto meno saranno accettati accostamenti tra immagini del mondo contradaiolo e qualsiasi messaggio pubblicitario, implicito o esplicito. In questo senso esiste già una corposa giurisprudenza che sancisce la punibilità di simili utilizzi.


È altresì compito del Consorzio quello di vigilare affinchè, attraverso gli scritti, non venga alterata la storia del Palio, la sua valenza socio-culturale e la sua particolarità che consiste nel non essere una rievocazione con finalità turistiche ma un vero e proprio spettacolo di popolo con radici profonde nella splendida storia di Siena.
Sono pertanto gradite, e soddisfatte, le istanze di quanti richiedono l'intervento della nostra Area Comunicazione e Immagine che può fornire dettagli spesso ignoti al grande pubblico, curiosità, aspetti storici ed antropologici al fine della pubblicazione di articoli su Riviste, quotidiani ed ogni altro tipo di pubblicazione.
Il Consorzio dà il proprio assenso alla pubblicazione a quegli autori di libri che lo avranno richiesto, fornendo il testo del volume prima della stampa, e che dimostreranno che i propri lavori sostengono una immagine corretta della Festa e della storia delle Contrade. In questi casi sarà concessa, l'apposizione del logo del CTP con una appropriata dicitura.


Il Consorzio è disponibile poi a collaborare con troupe cinematografiche e televisive offrendo loro la propria esperienza per la realizzazione di filmati purchè coerenti con lo spirito della secolare manifestazione.
Personale specializzato sarà affiancato alle troupe anche per favorire contatti con le singole Contrade allo scopo di cogliere momenti più interessanti della vita di rione; il tutto evitando una presenza troppo invadente ed irrispettosa.
Gli addetti all'area Immagine e Comunicazione operano in stretto contatto con il Comune di Siena e ciò favorisce anche l'acquisizione di concessioni e permessi oltre a garantire l'interessamento, e le eventuali autorizzazioni di competenza, dell'Amministrazione Comunale che, è bene ricordarlo, è la sola organizzatrice dell'evento Palio.


In sintesi si può dire che la struttura e' al servizio di chi si pone correttamente nei confronti della Festa senese mentre opera con severità, e forte dei propri diritti ampiamente riconosciuti dalla Magistratura, verso chi ritiene il "fenomeno Palio" un evento da sfruttare commercialmente o da strumentalizzare per fini sensazionalistici.
L'area Immagine e Comunicazione tiene rapporti con quotidiani – anche on line – periodici, enti e associazioni fornendo ogni tipo di informazione.

Presidenti

{{presidente.inizio}} - {{presidente.fine}}
{{presidente.nominativo}}
 {{presidente.Contrada}}
  • Good&Cool
  • Consorzio per la Tutela del Palio di Siena Gli stemmi, i colori delle Contrade e le immagini del Palio sono stati utilizzati con l'approvazione del Consorzio per la Tutela del Palio di Siena e si intendono a puro scopo illustrativo. Ogni altro uso o riproduzione sono vietati salvo espressa autorizzazione del Consorzio.
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies e altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie descritti nella nostra informativa sui cookies.
OK