IL PLI.SIEN .IT

Novellette di San Bernardino

Tratte da: G. Carabba editore - Lanciano, stampa 1916

Ricerca  

novellette
Esempi e detti morali

Carità, elemosina, amicizia (IV)

Ogni volta che tu vieni a dare, dà presto ed allegro. E piú piace al pòvaro uno bichiere d'acqua con allegrezza e con prestezza, che uno quartuccio di vino con accidia e con stento. Sai come molte fanno? El pòvaro o 'l frate chiede la limosina; e ella dice: "Oh, aspettate." E egli aspettarà talvolta una mezz'ora; e infine quando l'ha fatto stentare, e ella gli getta uno pane da la finestra, e daràgli talvolta intro 'l capo. Questo pur posso io dire di pruova, che quando io andavo acatando, gittandomi una il pane a quel modo, egli mi giònse in sul dito, e dolsemi molto bene: forse che colei non mei de' volentieri. E però ti dico che tu dia volentieri, come ti viene a casa. Come t'è adomandato per amor di Dio. e tu ti leva su prestamente. Ecce, e molto volentieri. O vecchio avaro, o vecchio avaro, io ti ricordo uno Ecce. Ecco già la morte adossoti, e non provedi a la salute tua. Non vedi tu che tu hai già el capo ne la fossa? E che aspetti tu, se non la morte? Doh, povaretto, fatti lume dinanzi, non aspettare che 'l lume ti sia fatto dietro. Quando danno la limosina molte persone? Sai quando? Quando ellino si vegono in sul capezzale, e che non possono campare e non possono portare la robba con loro. Costoro si possono assimigliare al bossolo denaio, che mai non si possono avere e denari che vi son dentro, se non quando elli si rompe. Cosí anco si può assimigliare al fanciullino, quando egli ha la pera ed ammorsala.e poi la dà a la madre, e non la voleva dare in prima, e diceva: — Te', te' — Doh, povaretto, non aspettare piú! Se vedi il povaro, soviello, aitalo tu, non aspettare che un altro facci bene per te, poi che tu non lo fai, tu.


Io ti voglio dire uno essemplo di una che era usa di dare la limosina, e usava questo Ecce*. Essendo una volta in chiesa, e uno povaretto mezo innudo domanda limosina a costei; e mentre che il pòvaro la chiedeva, el prete diceva: Seguentia sancii Evangelii. Costei considera: — Che fo io? Fo io aspettare costui, o lasso stare el Vangelo? S'io il fo aspettare, elli si muore di freddo. Andò diliberatamente in uno canto de la chiesa, e spogliossi la fòdara, e dèlla a questo pòvaro. Odi miracolo! Torna all'altare: el prete era a la medesima parola! E però va' come t'è adomandata, e fa' che subito tu sia presto: Ecce. Basti.



__________


* Il santo commenta l'episodio di Zacheo (Luca, cap. 19), e precisamente le parole : Ecce, Domine, dimidium honorum meorum do pauperibus. La parola Ecce sta a dimostrare nel pensiero del santo la prontezza nell'elemosina.

novelletta precedente novelletta successiva
novellette
  • Good&Cool
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies e altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie descritti nella nostra informativa sui cookies.
OK