IL PLI.SIEN .IT

Novellette di San Bernardino

Tratte da: G. Carabba editore - Lanciano, stampa 1916

Ricerca  

novellette
Esempi e detti morali

Carità, elemosina, amicizia (V)

O tu che hai in casa tanto grano ragunato, pieni e' granai, pieni i palchi, pieni e' cassoni, e per la tanta quantità non potendolo governare, elli si viene a guastare, e elli sel mangiano e' pontaruoli, e anco le pàssare n'hanno la loro parte, e 'l pòvaro n'ha bisogno, che credi che Idio ti facci? Sai di che t'avviso? Prima ti dico che quel grano non è tuo; anco è di colui che n'ha bisogno. Quello grano è de' povari che patono molte volte fame grandissima. Simile tanto vino quanto tu hai, che innanzi che tu ne vogli dare al pòvaro vuoi prima che si facci cercone, e gittarlo, credi che Idio te ne paghi, eh? Simile a te, donna, che hai tanti panni ne la tua cassa, pieni i goffani, piene e cariche le pertiche; credi che mai Idio te ne paghi? Che prima vuoi che le tignole se li mangino, che aiutarne il pòvaro bisognoso. Se tu ti vuoi scusare, o di non averne molti, o per altro modo, almeno a questo non puoi tu fare scusa buona. O coteste maniche tanto grandi, con tanto panno dentrovi, che se ne potrebbe fare due mantelli, che dirai? Oimé, non ghigniate, che 'l diavolo se ne ghigna anco lui!


E' serafini di Dio hanno due ale; e i serafini del diavolo n'hanno altre due: voi séte veramente e' serafini del diavolo. Doh, povarette, voi non aspettate se non la vendetta di Dio!

novelletta precedente novelletta successiva
novellette
  • Good&Cool
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies e altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie descritti nella nostra informativa sui cookies.
OK