IL PLI.SIEN .IT

Novellette di San Bernardino

Tratte da: G. Carabba editore - Lanciano, stampa 1916

Ricerca  

novellette
Esempi e detti morali

Partiti e fazioni (V)

Ancora cosí fanno similmente questi indiavolati guelfi e ghibellini e partigiani; che per insino a méttare mano a' Santi che sono in paradiso, dicono, che vi so' de' guelfi e de' ghibellini. Chi dice che santo Giovanni è guelfo, e chi dice che è ghibellino. E cosí, dicono anco degli angioli, che so' partigiani. Uh, uh, uh! Di santo Lodovico non ti dico nulla, che perché egli fu de la casa di Francia, dicono che egli è guelfo. E io ti dico che tanto è guelfo o ghibellino lui o niuno altro, quanto tu se' un asino. Oh pazzia! O tu de la pèsca, che dici: "Noi la mondare né a questo modo né a quell'altro, né anco la pera!" Chi la monda a merli, chi a bisce, dicendo che quello tagliare è in dispetto d'una de le parti: e quando quello de la parte contraria vede che è mondata a suo contradio, se è guelfo, egli vede tagliare cosí la buccica, e poi dice: "Io ho tagliata la biscia." Uno capo d'aglio, in luogo so' stato, che chi l'avesse tagliato cosí a traverso, vi sarebbe stato tagliato a pezzi. O pazzarone! El pane, el vino e le frutta de la terra io so pure che non so' né guelfe né ghibelline! Se tu vuoi dire che sia le parti in quello aglio o in quella pera, perché non fai anco che tu faccia guelfo e ghibellino il pane e 'l vino, acciò che tu fussi contrario, tu nol mangiasse e nol beiesse? Per certo, se io potessi, poi che tu fai guelfo o ghibellino l'aglio e la pera e la pèsca, tu faresti anco il pane e 'l vino, acciò che tu morisse poi di fame. O quanta pazzia dimostrate, pazziconi!

novelletta precedente novelletta successiva
novellette
  • Good&Cool
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies e altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie descritti nella nostra informativa sui cookies.
OK