IL PLI.SIEN .IT

Novellette di San Bernardino

Tratte da: G. Carabba editore - Lanciano, stampa 1916

Ricerca  

novellette
Pensieri vari

XVIII

Le genti so' il popolo gentile; cioè il popolo di Dio. Quando tu odi ne la Scrittura nominare questi popoli, sappili intendere: e cosí il popolo pagano s'intende il popolo che vuole andare dietro a' vizi e a' peccati. Dice che saranno retti in verga di ferro. La verga s'intende che sia dritta; e perciò sí dà la verga in mano al signore, la quale sempre si die tenere dritta. Non la tenere torta, che tu e lei cadrete poi. Tiella dritta, come vedi la Torre. Perché sta dritta questa Torre? Perché ella non pende: perché se pendesse, cadrebbe. Vuoi ti dica quando uno muro non può fare che non caggia? Ogni volta che la grossezza del muro pende tanto che ella esce fuora del fondamento, non potrà stare che ella non caggi. Vuoi vedere quando ella die cadere? Piglia uno piombino, e pòllo dritto, e pon mente al muro forte. Se tu vedi che la faccia di là pende tanto, che ella risponda a quella di qua, non avere mai fidanza a quel muro: va', apuntellalo, se non ch'e' cadrebbe. Cosí vedi de la soma de l'asino: quando ella pende, ella sta per cadere, e guasta l'asino. Cosí dico de la volontà. Vuoi perseverare? — Sí. — Fa' che la tua volontà sia dritta a Dio. Se ella non sarà dritta a Dio, credimi, credimi che ella cadrà a terra.

novelletta precedente novelletta successiva
novellette
  • Good&Cool
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies e altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie descritti nella nostra informativa sui cookies.
OK