IL PALIO.SIENA .IT

Le lettere di Santa Caterina

Tratte da: "Le Lettere di S. Caterina da Siena - ridotte a miglior lezione e in ordine nuovo disposte con proemio e note" di Niccolò Tommaseo (G. Barbera, editore - 1860)

Ricerca  


lettere

CCCVIII - A suor Daniella da Orvieto

Al nome di Gesù Cristo crocifisso e di Maria dolce.


Carissima suora e figliuola in Cristo dolce Gesù. Io Catarina, serva e schiava de' sevi di Gesù Cristo, scrivo ate nel prezioso sangue suo; con desiderio di vederti bagnata e annegata nel sangue di Cristo crocifisso; nel quale sangue troverai il fuoco della divina carità, gusterai labellezza dell'anima e la grande dignità sua perocchè, ragguardando Dio in sè medesimo, s'innamorò della bellezza della sua creatura; e come ebbro d'amore, ci creò alla imagine e similitudine sua. Avendo perduto lo ignorant uomo la dignità e bellezza della innocenzia per la colpa del peccato mortale, essendo fatto disobediente a Dio; e mandò il Verbo unigenito suo Figliuolo, ponendogli l'obedienza col sangue suo ci rendesse la vita e la bellezza dell'innocenza; perché nel sangue si lavava e lavano le macchie de' dfetti nostri. Adunque vedi che nel sangue si trova e gusta la bellezza dell'anima. Bene ci si debbe l'anima annegare dentro, acciocchè meglio concipia amore ad onore di Dio e salute dell'anime, seguitando la dottrina del dolce e amoroso Verbo. Odia te, figliuola mia; e non cercare te per te, ma te per Dio. Cerca Dio e il prossimo tuo con ogni santa sollicitudine; per gloria e loda del nome di Dio e salute loro, offerendo umili e continue orazioni con spasimato desiderio dinanzi alla divina Bontà.


Ora è da prendere questo cibo dell'anime in su la mensa della santissima croce. D'ogni tempo è tempo; ma tu non vedesti mai, nè tu nè veruno, altro tempo di maggiore necessità. Sèntiti figliuola mia, con dolore e amaritudine della tenebra che è venuta nella santa Chiesa. L'aiuto umano pare che ci venga meno: conviene a te e agli altri servi e serve di Dio invocare l'aiutorio suo. Eguarda che tu non commetta negligenzia; egli è tempo di vigilia, e non da dormire. Tu sai bene che al tempo ch'e' nemici sono alle porte, se le guardie e gli altri della città dormissero, non è dubbio veruno che la perderebbero. Noi siamo attorniati da molti nemici: e se l'anima nostra (chè sai che il mondo, e la propria nostra fragilità, e il dimonio con le molte cogitazioni, non dormono mai, ma sempre stanno apparecchiati per vedere se noi dormiamo per potere entrare dentro, e come ladri furare la città dell'anima), anco il corpo mistico della santa Chiesa è attorniato da molti nemici. Onde tu vedi che quelli che sono posti per colonne e mantenitori della santa Chiesa, egli sono fatti perseguitatori colla tenebra della eresia. Non è adunque da dormire, ma da sconfigerli colla vigilia, lagrime sudori, e con dolorosi e amorosi desiderii, con umile e continua orazione. E fa che, come figliuola fedele alla santa Chiesa, tu preghi e stringa l'altissimo e dolce Dio che ci proveda ora in questo bisogno; e pregalo che fortifichi il santo Padre, e diagli lume. Dico di papa Urbano VI, veramente papa e vicario di Cristo in terra. E così confesso e dobbiamo confessare dinanzi a tutto quanto il mondo: e chi dicesse o tenesse contrario, per veruna cosa gli dobbiamo credere, ma eleggere innanzi la morte.


Bàguati nel sangue, acciocchè scrupolo veruno non caggia mai nella mente tua, nè per timore servile. Ma nascondianci nella caverna del costato di Cristo crocifisso, dove hai trovato l'abondanzia del sangue. In altro modo anderemo in tenebre, e saremo amatori di noi. Considerando me che altro modo non c'era, dissi ch'io desideravo di vederti bagnata e annegata nel sangue di Cristo crocifisso: e così voglio che tu facci. Altro non ti dico. Permani nella santa e dolce dilezione di Dio: abbi fame del suo onore e desiderio. Gesù dolce. Gesù amore.

lettera precedente lettera successiva
lettere
Lettera di Santa Caterina
Lettera di Santa Caterina a Stefano Maconi

 
  • Good&Cool
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies e altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie descritti nella nostra informativa sui cookies.
OK