IL PALIO.SIENA .IT

Le lettere di Santa Caterina

Tratte da: "Le Lettere di S. Caterina da Siena - ridotte a miglior lezione e in ordine nuovo disposte con proemio e note" di Niccolò Tommaseo (G. Barbera, editore - 1860)

Ricerca  


lettere

CCLXXX - A frate Raimondo da Capua de' frati predicatori

Al nome di Gesù Cristo crocifisso e di Maria dolce.


Carissimo padre in Cristo dolce Gesù. Io Catarina, serva e schiava de' servi di Gesù Cristo, scrivo a voi nel prezioso sangue suo; con desiderio di vedervi vasello di dilezione, e con fuoco portare e con ardire annunciare la verità, e seminare il seme della parola di Dio in ogni creatura; e singolarmente ora per lo presente al nostro dolce Cristo in terra. Su, padre e figliuoli carissimi, andatemi come banditori poveregli, portando con voi la ricchezza della fede e della speranza, e con la fortezza e legame della carità. Ricordovi di quella parola che disse la prima e dolce Verità: «Tu manderai i figliuoli tuoi, come agnelli in mezzo de' lupi. Vadano sicuramente, chè io sarò con loro. E se l'aiuto umano fusse venuto meno, l'adiutorio divino sarà sempre con loro». O padre e figliuoli miei, chi vuole altro diletto e conforto ? chi saràcolui che caggia in timore? colui che non si confida; ma non colui che muoia di fame dell'onore di Dio e della salute dell'anime, e sarà consumato nel fuoco della divina carità, bagnato e annegato e consumato nel sangue dello svenato Agnello.


Oimè, oimè, disaventurata l'anima mia! che io muoio e non posso morire. Il cuore si divide, l'ossa si distendono, non avendo il tempo, desiderato. Poniamochè la prima Verità voglia cominciare a producere i fiori, non basta però a me; perocchè del fiore non si vive, ma de' frutti. Dico, padre e figliuoli miei, aiutate a me misera, che muoio di fame. Pregate la prima dolce Verità che ci doni de' frutti senza più indugiare. Altro non dico. Permanete nella santa e dolce dilezione di Dio. Gesù dolce, Gesù amore.

lettera precedente lettera successiva
lettere
Lettera di Santa Caterina
Lettera di Santa Caterina a Stefano Maconi

 
  • Good&Cool
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies e altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie descritti nella nostra informativa sui cookies.
OK