IL PLI.SIEN .IT

Novellette di San Bernardino

Tratte da: G. Carabba editore - Lanciano, stampa 1916

Ricerca  

novellette
Esempi e detti morali

Partiti e fazioni (I)

Io mi credo che se una terra si fa o guelfa o ghibellina, e fussevi dentro fra gli altri uno il quale non tenesse parte né dall'uno né dall'altro, e pongo che vi si levi il rumore, e uno o piú andassero a costui, e dicessergli: "Viva la tal parte;" dico che se costui si vuol salvare, non potrebbe far meglio che rispondere: "Viva Idio, viva Idio!" e se pure gli fusse fatta forza che egli dicesse; "Viva la tal parte," e non volesse dirlo; dico che se costui fusse tagliato a pezzi benché egli avesse migliaia di peccati, senz'altra confessione, io tengo che egli sia salvo; piú che s'egli avesse adempire voti, o a restituire: dico, che egli è sciolto d'ogni cosa. — O può èssare? — Sí. — O pruovamelo. — Volentieri: Giovanni è mio testimonio. Maiorem charitatem nemo habet, ut animam suam ponat quis pro amicis suis: Niuno può avere magior carità che colui il quale pone l'anima sua per lo suo amico. Or non vedi tu quanta carità costui ha dimostrata, che vedi che per Cristo egli ha voluta dare la sua vita; che prima che abbi voluto fare contra la sua volontà, ha voluto prima il martirio? Egli ha dimostrata magior carità che di dare tutta la sua roba, piú che andarsi a comunicare, piú che andare al Santo Sipolcro, o a Roma; e non può avere magiore carità in sé, che dire: "Io so' di Cristo."


O tu, o donna, scandalizzasti? — Sí. — Egli è di bisogno che una macina ti conduca allo inferno, se già tu non ripari, come tu puoi riparare, imperò che per ciance o per altro modo, se hai scandalizzato, tu hai fatto contra alla volontà di Dio. Doh! Piglia questo essemplo. Se egli venisse pagani o infedeli, e intrassero in questa città, che siamo tutti battezzati cristiani, ed egli ci fusse pure uno del centinaio che dicesse per ciancie: "Io mi so' partito da la fede;" overo il dicesse per campare la vita; per qualunque modo tu il dici, o per ciance, o per verità, tu vai a casa del diavolo, morendo in tale stato. Simile se una di voi, donne, si levasse ritta del mezzo della predica, e dicesse: "Io vorrei stanotte dormire col tale;" ed egli fusse un bel giovane, e anco tu essendo bella, tanto peggio; dico che questo tuo dire è suffiziente a farlo credare a molta gente; imperoché la gente s'achina piú a credare il male che il bene, e solo questo sarebbe suffiziente a farti dannare per lo male che si tira dietro degli altri; benché anco forse ci sarebbe qualche persona che non lo credarebbe; pure tu colla tua parola se' cagione di molto male, benché non avessi pensiero di farlo. Cosí, voglio dire è simile di colui che dice: "Io tengo dal guelfo o dal ghibellino;" con tutto che non fusse vero; dico, per lo scandolo che tu dai al prossimo, tu vai a casa calda. Sicché o vuoi per piacere, o vuoi per temere o per solazzo, in ogni modo pecchi mortalmente per la ingiuria che tu fai a Dio.

novelletta precedente novelletta successiva
novellette
  • Good&Cool
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies e altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie descritti nella nostra informativa sui cookies.
OK