IL PLI.SIEN .IT

Contrada Capitana dell'
Onda

English
Casato di Sotto

La strada del Casato, si divide in due Contrade, cioè Casato di sopra, e di sotto, quella di sopra, come s'è detto, va unita sotto la Macchina dell'Aquila, e quella di sotto, s'unisce colla Contrada di S. Salvadore, la quale principia dalla Piazza. grande a mano sinistra, fino alla Porta all'Arco, accanto a Casa Bargagli, fa per insegna campo rosso con lista d'oro a traverso, con tre stelle rosse.

Concistoro anno 1420: Casati inferioris: campus rubeus cum lista gialla ex transverso cum stellis rubeis in ea.

 
San Salvadore

La Contrada di S. Salvadore, che prende tal denominazione dalla Chiesa Parrocchiale, s'estende dal canto di Malborghetto all'Ostaria della Lupa fino al Portone di S. Agata, dove è adesso la Chiesa di S. Giuseppe, e dalla parte verso il Casato occupa tutte le strade, dette delle Lombarde, de' Percennesi, e del Sambuco; fa per arme campo a onde bianche, e nere.

Concistoro anno 1420: Sancti Salvatoris: ad undas albi et nigri.

 

Le sopradette due Contrade anno sempre costumato rappresentare nelle Caccie un Delfino in mezzo all'onde del mare, le quali adesso comunemente vengono appellate dell'Onda, che tali Onde ha sempre usato nel suo scudo la Contrada di S. Salvadore, forse prese a fare per l'ondeggiamento di quella strada. La Macchina di queste Contrade è molto antica, perché si trova esser comparsa in Piazza a un giuoco di Pugna fin dall'anno 1494. L'anno 1546 comparve a una caccia di Tori con 100 Persone vestite a Pastori, che conducevano sopra d'un gran carro in trionfo Diana. L'anno 1599 diede a vedere al popolo con gran generosità una corsa di Bufale esponendo al vincitore per premio un ricco Palio, e due altri Premj per le comparse. L'anno 1612 riportò il premio in una corsa di Somari, quali a forza di pugna erano spinti avanti, che fu la prima, e l'ultima volta, che s'è fatta questa Festa. L'anno 1650 comparve con 70 Uomini a Cavallo, che conducevano sopra d'un gran carro Nettunno Dio del Mare, quale faceva compagnia ad Europa, che cavalcava appresso sopra d'un Toro. L'anno 1680 nella venuta in Siena de' Serenissimi Granduchessa, e Principe Francesco, ottenne parimente il premio per la comparsa. L'anno 1692, in onore del Serenissimo Gran Principe Gio: Castone, condusse in trionfo i principali Fiumi della Germania, festeggianti nel trionfo di Cesare, dove ottenne il Palio, e il Premio; e in ultimo porremo, per non tediare d'avantaggio, che troppo ci vorrebbe a raccontare tutte le comparse di queste Contrade, come l'anno 1717 alla presenza de' Serenissimi Principi Violante Governatrice di Siena, e Gio: Castone Granprincipe di Toscana, condusse in trionfo Nettunno sopra un Carro, accompagnato da' principali Fiumi della Germania, Spagna, Francia, e Italia tutti a cavallo. Adunano queste Contrade i loro consegli in un Oratorio, dedicato alla Visitazione di Maria, e nel giorno nel quale solennizzano la Festa, dotano più povere fanciulle, qual'Oratorio è annesso alla Chiesa Parrocchiale di S. Salvadore Commenda del Priore della Religione di S. Stefano, concesso loro dal detto Priore, ma fabbricata da quelli Abitatori, e per la devozione, che anno sempre portato alla Madonna è stato rifinito di molti adornamenti.

 

Tratto da "Relazione distinta delle quarantadue Contrade..." di Giovanni Antonio Pecci e "Registro di consegna dei rispettivi vessilli ai Capitani del Popolo..." ASS. Concistoro, 2371. 1 luglio 1420.

  • Good&Cool
  • Consorzio per la Tutela del Palio di Siena Gli stemmi, i colori delle Contrade e le immagini del Palio sono stati utilizzati con l'approvazione del Consorzio per la Tutela del Palio di Siena e si intendono a puro scopo illustrativo. Ogni altro uso o riproduzione sono vietati salvo espressa autorizzazione del Consorzio.
Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies e altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie descritti nella nostra informativa sui cookies.
OK